Saveljevs: «Playoff Primavera? Il momento giusto per fare il salto di qualità» / VIDEO

18/Aprile/2019 - 17:00



 

Verona - La maglia numero 10 sulle spalle è sua, così come la maglia da centrocampista titolare. Sono i numeri a parlare per Aleksejs Saveljevs, per tutti "Alex", vero stakananovista della Primavera gialloblù: 18 gare da titolare su 18 convocazioni e tanta qualità in mezzo al campo per il classe 1999 proveniente dalla Lettonia. Proprio nel paese natale, da quando è in gialloblù, ha avuto modo di tornare più volte: tante le convocazioni sia con la Nazionale Under 19 che, più di recente con l'Under 21. L'ultima volta a marzo, quando Saveljevs è stato eletto miglior centrocampista dell'Antalya Cup, torneo riservato appunto alle Nazionali Under 21. Circa un anno fa è arrivato il primo contratto da professionista con l'Hellas, un Club che lo ha accolto nel 2017 e subito reso perno della Primavera, della quale è oggi il membro più "anziano". Esperienza internazionale e qualità, due caratteristiche che saranno fondamentali nella post-season della Primavera, al via il 4 marzo. Ma, prima, c'è un'ultima gara da vincere, a Salerno...

«Come sto? Mi sento bene, anche se non sono pienamente soddisfatto della mia stagione. Rispetto alla scorsa annata mi è mancato il gol, una caratteristica che sento di avere ma che quest'anno non ho ancora saputo esprimere. Tra poco, però, iniziano i playoff e sarà il momento giusto per provare a fare, io per primo, il salto di qualità che serve per arrivare fino in fondo. C'è anche la gara di Salerno di sabato da giocare, il nostro obiettivo è vincere e vedere poi cosa fa lo Spezia, per vedere se disputeremo gli spareggi da quarti o quinti in classifica. Al momento le avversarie possibili sono Ascoli e Lazio, e io penso che abbiamo una squadra abbastanza forte da poterle battere entrambe. Nazionale? Dopo tanta Under 21 mi piacerebbe esordire con i "grandi", così come ho il sogno di arrivare alla prima squadra del Verona».

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it

Seguici anche su instagram